Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Web Marketing

Corso di aggiornamento e video per operatori di carrelli semoventi con conducente a bordo

di Lucio Fattori

editore: EPC

pagine: 184

Questo prodotto contiene la traccia di un corso di aggiornamento per operatori di carrelli elevatori con conducente a bordo, nella parte relativa ai moduli teorico e pratico, strutturato secondo le indicazioni dell'Accordo Stato Regioni. Il percorso proposto contiene quindi i 2 moduli, il primo della durata di 1 ora e il secondo di 3 ore, dedicati agli aspetti giuridici e normativi, all'illustrazione del funzionamento e dell'uso in sicurezza di un carrello elevatore oltre che degli obblighi relativi alle manutenzioni e verifiche periodiche, per un complesso di oltre 140 slide commentate e complete di video didattici ed esercitazioni da svolgere in aula.
80,00

Corso di formazione per operatori di carrelli semoventi con conducente a bordo

di Lucio Fattori

editore: EPC

pagine: 240

Il D.Lgs. 81/08 attribuisce fondamentale importanza alla formazione nella gestione dell'igiene e della sicurezza sul lavoro. L'uso di attrezzature da lavoro che richiedano conoscenze o responsabilità particolari rende necessaria una specifica abilitazione. Il legislatore ha disciplinato in tal senso nei confronti dei soggetti che a vario titolo sono coinvolti nella gestione della salute e sicurezza sul lavoro. L'Accordo della Conferenza Stato-Regioni del 22/02/12 ha dettagliato le attrezzature da lavoro che richiedono specifiche abilitazioni, i percorsi formativi per gli operatori, i soggetti formatori, la durata, gli indirizzi ed i requisiti minimi di tale formazione.
40,00

Economia di internet & delle information and communication technology. I mercati high-tech tra innovazione, reti e standard

editore: Giappichelli

pagine: 348

Questo volume si propone come un testo di economia industriale applicata ai settori delle Information & Communication Technology; la presentazione dei modelli teorici è accompagnata con continui riferimenti a casi concreti e ciò rende la presentazione dei vari argomenti più vivace ed interessante. I diversi capitoli passano in rassegna le principali tematiche legate ai settori dellTCT: funzionamento dei mercati in presenza di esternalità di rete (dirette ed incrociate), e-commerce e mercati digitali, innovazione nei settori ad alta intensità tecnologica, antitrust nei settori delle ICT. Il testo si rivolge ad un pubblico che, fornito di una preparazione di base in microeconomia e teoria dei giochi, desidera approfondire la conoscenza degli aspetti economici dei settori High Tech.
31,00

La conoscenza come valore d'impresa. Stato e prospettive del settore dei servizi informatici nel Veneto

editore: Franco Angeli

pagine: 240

Come assicurare la sostenibilità economica di un business? Come favorirne innovazione e sviluppo? Quali le risorse chiave di un'impresa? Queste domande, sempre cruciali per manager e policy-maker, diventano ancora più pressanti, quando le difficoltà dell'economia mettono in discussione schemi e modelli di analisi consolidati. Il volume affronta il tema della conoscenza vista come risorsa chiave la cui gestione sta alla base della creazione del valore economico. Partire da questo presupposto significa esplorare nuovi riferimenti concettuali e operativi per valutare stato e prospettive di un sistema economico e identificare possibili policy per il suo sviluppo. Vengono illustrati in particolare i risultati di una vasta indagine sul settore dei servizi informatici che rappresenta un esempio paradigmatico di industria "ad elevata intensità di conoscenza" dove la fonte del vantaggio competitivo può essere direttamente ricondotta alla capacità di acquisire, creare, integrare, elaborare, immagazzinare e recuperare conoscenza, e trasferirla poi ai clienti incorporata in soluzioni a specifici problemi. In linea con i più recenti sviluppi della letteratura economico-manageriale, lo studio prende come riferimento interpretativo la nozione di KIBS (Knowledge-Intensive Business Services).
32,50

Lo sviluppo nascosto. Alta tecnologia e terziario avanzato in provincia di Arezzo

di L. Zanni

editore: Franco Angeli

pagine: 160

Come evolvono le imprese e i sistemi produttivi toscani nel terzo millennio? Emergono traiettorie di sviluppo diverse sotto il profilo settoriale e territoriale? Rispetto alla tradizionale specializzazione distrettuale si notano embrionali processi di ibridazione delle produzioni? È possibile individuare le imprese locali più innovative? Quali sono le performance innovative? In una fase di profondo cambiamento e di crescente pressione competitiva ancora ci sfuggono i contorni di alcuni settori cosiddetti "emergenti", ad alto contenuto di conoscenza tecnico-scientifica e di innovazione. Le imprese ad alta tecnologia e del terziario avanzato sono importanti attori dello sviluppo locale, ma talvolta restano protagonisti "nascosti", come in Provincia di Arezzo, dove non erano mai stati oggetto di uno specifico monitoraggio. Le imprese ad alta tecnologia e del terziario avanzato svolgono un ruolo importante nell'economia locale, pur non rappresentandone ancora il perno centrale sotto il profilo numerico. L'analisi svolta mira a comprendere possibili traiettorie di sviluppo futuro del sistema locale e intende segnalare eventuali interventi istituzionali a supporto.
17,50

Trasformazioni del lavoro nel settore ICT in provincia di Torino

editore: Franco Angeli

pagine: 160

Ai nostri giorni il settore Ict occupa complessivamente, sia in provincia di Torino sia nell'intera regione, più lavoratori che non l'intera industria automobilistica, componentistica compresa; premesso ovviamente che questa ne ha persi nel frattempo più della metà. I periti e i laureati in informatica che lavorano nelle imprese del settore, e gli ingegneri delle varie specializzazioni, sono diventati decine di migliaia. L'importanza che l'Ict è giunta a occupare nella nostra economia induce quindi a porsi numerose domande. Nel caso che lo sviluppo del settore non sia più tirato dalla domanda interna della provincia e della regione, quali prospettive esistono per una sua ulteriore internazionalizzazione, a fronte della formidabile concorrenza che esercitano le imprese Ict dei paesi emergenti, come l'India e il Pakistan, ma anche quelli dell'Europa orientale e la Russia? Alle domande sopra accennate, e a molte altre, risponde in dettaglio questa ricerca sul territorio svolta congiuntamente - e non è il minore dei suoi aspetti positivi - da un'equipe in cui hanno lavorato fianco a fianco sociologi ed economisti aziendali, esperti di sistemi di produzione e operatori del mercato del lavoro.
17,50
23,00

Lo sviluppo organizzativo dei distretti industriali. Il ruolo dell'ICT

di Isabella Bonacci

editore: Franco Angeli

pagine: 200

Nel corso degli ultimi anni l'Information & Communication Technology non solo ha spinto a un ripensamento di processi produtti
17,00

Localizzazione, innovazione e crescita delle giovani imprese ad alta tecnologia. Il caso della provincia di Milano

editore: Franco Angeli

pagine: 200

L'importanza delle giovani imprese ad alta tecnologia all'interno del sistema innovativo nazionale ed il loro fondamentale contributo all'economia in termini di nuovi prodotti e servizi sono ormai unanimemente riconosciuti. Tuttavia, solo di recente il tema del sostegno alla creazione e allo sviluppo di start-ups high tech ha attirato l'attenzione delle autorità preposte alle politiche tecnologiche. Per avviare efficaci misure di policy in questo campo è indispensabile un'approfondita analisi delle determinanti dell'innovatività e della crescita di tali imprese. Tra esse è sicuramente possibile inserire alcuni elementi del contesto socio-economico e produttivo in cui l'impresa opera quali il sistema industriale locale, il sistema della ricerca, il mercato del lavoro e la presenza di istituzioni finanziarie e iniziative di policy. Nel presente volume vengono presi in esame tutti questi sottosistemi. I contributi teorici analizzano le relazioni tra le caratteristiche del tessuto locale e le performances innovative e di crescita delle imprese ad alta tecnologia. L'evidenza empirica si riferisce alle start-ups high-tech localizzate nella provincia di Milano, un'area ad alta densità di presenza di queste imprese.
22,50

Innovazione e creatività nell'era digitale. Le nuove opportunità della «Digital Sharing Economy»

editore: Franco Angeli

pagine: 328

Il libro si propone di affrontare da angolature diverse l'evoluzione dei processi di trasformazione determinati dal nuovo scenario, la nascita di nuovi modelli di business, di nuovi comportamenti strategici, di nuove forme organizzative e modalità di lavoro nella nuova arena dello scambio e della condivisione digitale. Nel nuovo scenario i fattori vincenti per la competitività e lo sviluppo sono la capacità di innovare in modo continuativo di fronte ad un cambiamento permanente, e la forza della creatività che è alla base dell'innovazione e si caratterizza per una straordinaria e libera potenzialità di immaginazione ed apprendimento senza legacy.
25,00

Bacini di competenze e processi di agglomerazione. I distretti tecnologici in Europa

editore: Franco Angeli

pagine: 400

Il tema dei distretti tecnologici, dei processi generatori e delle dinamiche evolutive che ne sono alla base occupa un posto centrale nel dibattito odierno e nell'interesse dei policy makers. Il presente studio risponde all'esigenza di approfondire la conoscenza delle dinamiche innovative radicate sul territorio, a partire dall'esame di alcune agglomerazioni a più alta capacità innovativa in Europa (in particolare, in Francia, Germania, Gran Bretagna e Svezia), che rappresentano casi di indiscussa eccellenza in settori industriali "nuovi" high tech (ICT e nanotecnologie) o "maturi" (aerospaziale e "automotive"). Nonostante la diversità dei contesti, lo studio riesce a ricostruire un modello sottostante lo sviluppo dei distretti tecnologici analizzati. Un modello che pone al centro dell'attenzione il ruolo dei processi di generazione delle competenze scientifiche e tecnologiche nella nascita e nello sviluppo di tali distretti tecnologici. I risultati dello studio hanno inoltre profonde implicazioni di policy. Vengono messi in evidenza il ruolo e le responsabilità degli attori istituzionali, e di quelli pubblici in particolare, nella promozione dei distretti tecnologici; al tempo stesso, emerge però in tutta evidenza la illusorietà di soluzioni e politiche di "accelerazione" che puntino unicamente sullo sviluppo di attività economiche innovative non adeguatamente sostenute da eccellenze scientifiche di livello globale.
49,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.