Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Pubblicità

Cose vere scritte bene. I più grandi annunci copy per i copy di oggi

di G. Mazza

editore: Franco Angeli

pagine: 166

Nella nuova epoca digitale il copywriter è tornato protagonista. Ma come affrontare le nuove occasioni di scrittura, con quali punti di riferimento? Questo libro raccoglie e traduce per la prima volta i più grandi annunci copy della storia della pubblicità: da quelli fondamentali di Bernbach e Levenson alle originalità di Gossage, dai maestri di stile Abbott, McElligot e Durfee fino ai grandi contemporanei. Pietre miliari che hanno fissato gli standard della scrittura più brillante, argomentando e coinvolgendo, in equilibrio miracoloso tra leggerezza e umanità. A tradurli sono stati chiamati ventotto copywriter italiani, di diverse generazioni, dai più affermati agli esordienti, ciascuno con la propria sensibilità: un lavoro corale che è anche un omaggio alle radici della propria professione. "Cose vere scritte bene" è in fondo la scoperta di un discorso pubblico esemplare. Testi che fanno immaginare una società della comunicazione sempre più necessaria, nella quale i soli strumenti di persuasione sono l'autenticità e il rispetto dell'interlocutore, e tutto ciò che bisogna imparare è come scrivere la verità.
22,00

La creatività in pubblicità. Manuale di linguaggio multimedile: dai mezzi classici al digitale

di Marco Lombardi

editore: Franco Angeli

pagine: 392

Una "magia logica". Così Hegarty (il più famoso creativo in attività) definisce la pubblicità. Talento e "follia" sono fondamentali se al servizio della strategia di marca ma non solo: c'è una razionalità delle emozioni, si può sfruttare una disciplina per crearle. Quali sono le leve per attivare questa intelligenza e trasformarla in magia? Come complemento al manuale La strategia in pubblicità Lombardi ha voluto riunire in questo testo tutto il bagaglio di conoscenze necessario al creativo per coltivare il proprio talento ma anche al tecnico per gestire la creatività. Come in una lunga esperienza vissuta, il giovane pubblicitario conoscerà l'ambiente, il flusso, i ruoli per la generazione di un'idea: i diversi passi, le numerose tecniche, gli stili possibili, il linguaggio adatto a media on e off line, l'esecuzione. L'autore ha inserito ricchi contributi di tecnici specialisti e di direttori creativi (Alberto Cremona, Jed Falby, Angelo Ghidotti, Vicky Gitto, Adrian Holmes, Paolo Guglielmoni, Franco Moretti, Emanuele Pirella, Gavino Sanna) che da anni selezionano e crescono decine di giovani talenti. Un unicum didattico nel campo della didattica sulla creatività che per completezza, semplicità, numerosità dei casi e basi di teoria lo rendono un sicuro riferimento per tutti coloro (copywriter, art director, account executive, planner, media strategist, studenti) che vogliono accelerare il valore dell'esperienza diretta.
38,50

Storia della pubblicità. Gli uomini e le idee che hanno cambiato il mondo

di Mark Tungate

editore: Franco Angeli

pagine: 336

La spesa globale per la pubblicità supera ormai i 400 milioni di dollari l'anno, e - che vi piaccia o no - la cosa ha un impatto immenso sulle nostre vite. Ma dove ha avuto inizio tutto ciò? Quali sono oggi i protagonisti del settore? Questo libro analizza lo sviluppo del settore pubblicitario con una prospettiva internazionale. Si comincia risalendo alle origini della pubblicità moderna, arrivando quindi ad esaminare l'evoluzione del panorama globale odierno, con tutta la concorrenza e il consolidamento delle posizioni che lo caratterizzano. Mark Tungate ha condotto dozzine di interviste con i grandi nomi del mondo della pubblicità: da coriacei reduci dell'età dell'oro ai direttori creativi del momento. Le loro esperienze di vita costituiscono il cuore di questo libro: Tungate percorre Madison Avenue sulle tracce dei leggendari Bill Bernbach e David Ogilvy, e s'introduce nei meandri della brulicante e smisurata agenzia Dentsu a Tokyo. Caratterizzato da uno stile brillante e giornalistico, questo libro ci porta da Londra a New York, da Parigi a Milano, fino a raggiungere i mercati emergenti dell'Europa Centrale, del Sud America e dell'Asia. Infine, poiché l'esplosione dei media digitali e il cambiamento nel modo di guardare la TV tradizionale minaccia di cambiare la natura stessa della pubblicità, Tungate esamina il settore in prospettiva futura per tracciare una previsione di quello che ci attende.
43,50

La strategia in pubblicità. Manuale di tecnica multimediale: dai media classici al digitale

di Marco Lombardi

editore: Franco Angeli

pagine: 362

Non c'è più il tempo. Questo manuale ha il compito di risolvere un paradosso nel mondo della comunicazione. Da un lato le opportunità e le sfide sono aumentate. Nuovo è il mondo dei mass media (dal monopolio della tv alla proliferazione delle piattaforme digitali), nuovo è il sistema distributivo (sempre più condizionato dalla distribuzione organizzata e dalle sue marche private), nuovo è il consumatore (sempre meno riconducibile a un mainstream e sempre più attento al prezzo più basso), nuova è la marca competitiva (ben oltre la funzione e l'emozione). Dall'altro lato, il sistema delle agenzie investe sempre meno nella preparazione dei suoi professionisti: qualunque sia la specializzazione, dalla pubblicità classica al digital. Marco Lombardi, che lavora in pubblicità da più di quarant'anni con crescenti e diversificate responsabilità, ha voluto riunire in questo manuale "tutto il bagaglio di conoscenze" che vorrebbe "in possesso" dei suoi giovani collaboratori. Completezza, semplicità, pragmatismo, numerosità dei casi e profondità teorica fanno di questo manuale un riferimento sicuro per i primi passi di un tecnico pubblicitario accelerando il valore dell'esperienza diretta. Il libro è arricchito gli interventi di studiosi e specialisti, quali Andrea Da Venezia, Luigi Mozzi, Luca Pellegrini, Luca Roselli.
38,00

Leggere la marca per comunicare valore

di Simonetta Buffo

editore: Franco Angeli

pagine: 176

Solo con una corretta lettura del brand e dei competitors si può formulare una strategia di comunicazione efficace, pianificat
21,00

Brand reloading. Nuove strategie per comunicare, rappresentare e raccontare la marca

di P. Musso

editore: Franco Angeli

pagine: 208

Dopo anni di stabilità e solidità il concetto di branding si trova oggi sull'orlo di una crisi d'identità: per incontrare le esigenze di consumatori sempre più imprevedibili e volubili conduce un'esistenza ondivaga, continuamente in bilico tra il mondo off e il mondo on line. Affiancando considerazioni teoriche ed esempi concreti il testo mostra come sia giunto il momento di attivare un innovativo approccio: il brand reloading. Ecco, allora, la necessità di ri-pensare la pianificazione degli spot in un'ottica transmediale, la distribuzione del patrimonio conoscitivo aziendale attraverso i social network, la messa in vendita dei prodotti tra spazi "parlanti", digitali e temporanei. Si arriva, così, a un estremo atto di reloading che vede ri-baltare lo sguardo tradizionale sulla marca: si deve cogliere il vantaggio competitivo dell'essere un brand, con valori determinati e visioni distintive. Questo approccio è stato applicato a un ricco serbatoio di casi nazionali e internazionali: sono emersi così risvolti inediti di brand molto noti (per citarne alcuni Apple, Barilla, Jimmy Choo, Gucci, Vodafone Italia, Lagostina, Sky, Lego, Mini), ma anche elementi eclatanti di brand non ancora trattati dalla letteratura del settore. Professionisti ed esperti del mondo della comunicazione e della pubblicità non potranno che trarre riflessioni stimolanti dalla lettura di questo volume, che si candida anche come utile strumento panoramico per studenti e studiosi del settore.
25,00

Campagne 2013. Diciotto casi di comunicazione in un anno vissuto pericolosamente

di E. Gabardi

editore: Franco Angeli

pagine: 160

Nel 2013, per la prima volta, anche gli investimenti su Internet hanno subito una flessione. A fronte di budget più contenuti, agenzie e aziende sono andate alla ricerca di cosa e come comunicare per difendere le loro marche. Oggi, la scelta degli strumenti di comunicazione è sempre più complessa, come la necessità di formulare nuove tecniche narrative. Anche l'unconventional, spesso utilizzato in Italia come strumento dettato da scarse risorse economiche, ha raggiunto un livello qualitativo molto elevato, diventando, talvolta, il punto di partenza per un ampio progetto di comunicazione multimedia. La pubblicità, è stato detto più volte, è uno specchio della società e come tale riflette i sentimenti, le aspirazioni, i sogni delle persone. Per questo, osservare alcuni esempi di campagne di comunicazione che sono state realizzate in un particolare periodo, può servire a farci un'idea più precisa di come le marche abbiano saputo reagire a una situazione di difficoltà crescenti per la maggioranza della popolazione. Così, accanto a forme ludiche di comunicazione (quando la gente è triste è buona cosa farla sorridere), sono nate campagne che mirano a far riflettere sul momento che stiamo vivendo, quasi per darci coraggio, ricordandoci che di fronte alle difficoltà l'importante è non arrendersi.
20,00

Bill Bernbach e la rivoluzione creativa. Il mito di un personaggio e di un movimento che hanno cambiato la storia della pubblicità

di Mara Mancina

editore: Franco Angeli

pagine: 264

Bill Bernbach ha realizzato alcune tra le più indimenticabili campagne pubblicitarie, come ad esempio quelle per Volkswagen e Avis. Bernbach, leader carismatico e sensibilissimo, venerato da molti come un maestro, aprì le porte negli anni '50 e '60 a tutta una nuova generazione di creativi "etnici": italiani, ebrei e poi greci, che fremevano, dopo anni di discriminazioni, per poter affermare le proprie idee e capacità creative in uno dei mestieri più complessi della società americana e non: la pubblicità. Diede vita al movimento della cosiddetta "rivoluzione creativa".
29,50

Campagne 2012. 28 storie di comunicazione testimoni dei nostri giorni

editore: Franco Angeli

pagine: 240

Ecco ventotto casi di campagne italiane di comunicazione. Abbastanza per avere un quadro di come si siano evolute la pubblicità e le altre forme di comunicazione di marca non nel nostro paese. Come sempre casi scritti, caratteristica propria di questa collana, dai professionisti che le hanno realizzate. L'insieme è molto variegato e la tendenza più evidente è quella di un maggior ricorso al web, unico, tra i vari media, a veder crescere i propri investimenti. Accanto a formule innovative di comunicazione, tipiche dei new media e dell'unconventional advertising, permangono modalità narrative tradizionali, familistiche, che risentono di un certo "buonismo" che emerge soprattutto nelle campagne televisive. Non manca però l'uso dell'ironia, forma narrativa che si riscontra in più casi presi in esame. In un mercato che risente moltissimo della crisi economica, quale è quello della comunicazione di marca, che ha portato a dolorosi ridimensionamenti delle agenzie, emerge comunque la volontà di realizzare dei progetti in modo professionale, per dare un valido supporto alle aziende che hanno l'imperativo di mantenere la propria reputazione oltre che di fatturare. Un'ulteriore nota positiva la danno i lavori di alcune campagne pensate in Italia ed esportate proprio nei paesi che per primi hanno visto nascere il marketing e l'advertising. Eccezioni che ci piacerebbe vedere più spesso.
29,00

Pubblicità: istruzioni per l'uso

Strategie, strumenti e tecniche in tempi di cambiamento

editore: Franco Angeli

pagine: 240

Con il termine "pubblicità" si fa riferimento a quanto può toccare la sfera sensoriale di un certo pubblico mass, attraverso mezzi a pagamento. Le tecniche pubblicitarie, assieme a strumenti e attori del processo di pianificazione, si stanno confrontando e conformando sempre più con il processo tecnologico, da un lato, con la trasformazione dei comportamenti del pubblico, dall'altro. Non solo, si apre alle imprese un panorama caratterizzato dalla "velocità", in tutti i sensi; velocità di risposte agli input, velocità di cambiamento tecnologico, velocità di mutamento dei gusti, velocità di scambio di informazioni. La comunicazione è oggi costante, pressante, multidirezionale; si è tradotta, negli ultimi anni, in una squisita lama a doppio taglio per imprese e singoli. Da un lato è di certo più semplice far pervenire un certo messaggio al proprio target di riferimento, dall'altro è cosa difficile la costruzione di una relazione di lungo periodo con quest'ultimo, per via dei troppi stimoli ai quali gli individui sono sottoposti ogni giorno. Quali sono dunque le tecniche da utilizzare se si vuole lavorare in ambito pubblicitario? Quali gli strumenti? In quale modo si devono comportare gli attori, nei diversi settori, per attirare e mantenere l'attenzione dei propri consumatori? Domande lecite, ma non di così semplice risposta.
31,00

Slalom tra le parole. Scrivere per sorprendere, coinvolgere, comunicare

di Daniela Salina

editore: Franco Angeli

pagine: 112

Lo "slalom" che questo testo ci propone si avvia con una riflessione sulla nostra capacità di osservare, di entrare nei fatti e, sperimentando i più interessanti artifici e stratagemmi della scrittura, ci porta prima a confrontarci con la prosa e poi con le peculiarità della comunicazione pubblicitaria. Il parallelismo tra questi due "modi" della scrittura è il fil rouge di tutto il volume: sorpresa e coinvolgimento sono forti elementi d'attrazione tanto in letteratura quanto in pubblicità, ambito in cui la scrittura creativa subisce il fascino delle immagini e si appropria di un linguaggio strumentale. Il testo si compone dunque, idealmente, di due parti: nella prima si è cercato di equilibrare il peso degli esercizi con quello della lettura, prova fondamentale per appassionarsi alla scrittura e indispensabile per andare oltre l'uso di parole ovvie e scontate. Nella seconda parte, "professionale", si è continuato il cammino delle parole e dei loro innumerevoli, talvolta strani, abbinamenti, cercando di tracciare la metodologia di lavoro del copywriter e illustrando lo scenario in cui opera. La scrittura creativa è il mezzo con cui il copywriter esprime la sua capacità di leggere le tendenze, o meglio, di dare visibilità a ciò che sta maturando nei gusti e nelle aspettative del pubblico. Un testo per zigzagare tra le parole, dunque, tra i pensieri e le immagini per imparare a scrivere, sorprendere, convincere.
15,00

Social advertising. Campagne pubblicitarie per un mondo migliore

di E. Gabardi

editore: Franco Angeli

pagine: 176

Non c'è dubbio che lavorare sulle campagne sociali sia di forte stimolo per i pubblicitari, come dimostrano gli scritti degli autori di questo libro e come sanno del resto coloro che conoscono il mondo delle agenzie di pubblicità. Non sempre si tratta di puro altruismo o di particolare sensibilità, ma non è difficile provare empatia per chi soffre a causa di malattie, disastri naturali o perché privato della libertà di parola. Anche perché queste cose sono successe, succedono e possono succedere anche nel nostro relativamente tranquillo Belpaese. Le campagne sociali hanno anche aumentato (o dovrebbero averlo fatto) la sensibilità dell'uomo comune, sia pur su alcuni temi più che su altri. E quando non sono riusciti a farlo significa che erano campagne sbagliate oppure che non hanno trovato lo humus adatto. Le campagne presentate nel libro spaziano tra numerosi temi: dalla sicurezza stradale a quella sul lavoro, dalla difesa dell'ambiente alle malattie, dalla droga alla violenza contro le donne, dalla donazione degli organi all'assistenza agli anziani, dalla pena di morte alla fame.
22,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.