Il tuo browser non supporta JavaScript!

FUORI SERVIZIO

Attenzione, controllare i dati.

Medicina

L'azienda ospedaliera universitaria integrata. Un modello di integrazione tra attività di cura, ricerca e formazione

editore: Franco Angeli

pagine: 276

Il lavoro si propone di affrontare, sotto un profilo multidisciplinare, i principi e le regole che disciplinano la struttura organizzativa e l'attività delle Aziende Ospedaliere Universitarie italiane, con particolare riguardo al profilo della compenetrazione tra l'attività assistenziale di tutela della salute propria del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) e quella di ricerca e didattica di pertinenza delle Università. Lo sviluppo delle cooperazioni tra il SSN e Università pare oggi aver raggiunto un nuovo assetto attraverso il passaggio da un sistema di relazioni convenzionali alla struttura organica prevista dal d.lgs. 517 del 21 dicembre 1999 e costituita per l'appunto dall'Azienda Ospedaliera Universitaria. Detto decreto, nell'ottica del fondamentale principio richiamato all'art. 1 afferente la necessaria integrazione dell'attività assistenziale, formativa e di ricerca, ha previsto espressamente che la collaborazione fra SSN e Università si realizzi attraverso Aziende Ospedaliere Universitarie, aventi autonoma personalità giuridica e volte all'esecuzione di attività assistenziali in unum con il perseguimento dei compiti di ricerca propri dell'Università. Tale opera di cooperazione istituzionale impone tuttavia un'attenta verifica riguardo all'idoneità della struttura a raggiungere un maggior grado di efficienza ed efficacia sotto il profilo dell'integrazione.
35,00

Trattare le malattie, curare le persone. Idee per una medicina narrativa

di Massimiliano Marinelli

editore: Franco Angeli

pagine: 192

La Medicina ha nella sua essenza la cura delle persone ammalate, trattando le malattie che le colpiscono, ma il predominio che
25,50

Osservatorio civico sul federalismo in sanità. Rapporto 2015

di Cittadinanzattiva

editore: Franco Angeli

pagine: 412

L'Osservatorio civico sul federalismo in sanità è stato istituito dal Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva nel 2010 per "tenere sotto osservazione" e restituire in maniera sistematica un ritratto del contesto sanitario nella sua complessità dell'articolazione regionale. L'Osservatorio è un luogo di raccolta ed analisi sistematica di informazioni prodotte da cittadini, da soggetti del mondo istituzionale e accademico, per aiutare a comprendere come si traduca oggi il federalismo in sanità nella vita quotidiana dei cittadini. La caratteristica principale dell'Osservatorio è quella di guardare in modo "originale" all'organizzazione dell'assistenza sanitaria, in particolare nell'erogazione dei Livelli Essenziali di Assistenza e nella capacità organizzativa delle Regioni, vale a dire con gli occhi dei cittadini. L'osservazione dei Servizi Sanitari Regionali contenuta nel Rapporto consente di coglierne la complessità, l'articolazione organizzativa, la capacità di amministrare e fornire risposte efficaci in termini di servizi e assistenza sanitaria e di restituirla al Paese. L'Osservatorio civico sul federalismo in sanità è uno strumento realizzato da Cittadinanzattiva e usato dalle sue due reti che si occupano di salute, Tribunale per i diritti del malato e Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici, per promuovere politiche in ambito sanitario finalizzate a garantire equità di accesso e di diritti per i cittadini.
42,00

Dal sintomo alla persona. Medico e psicologo insieme per l'assistenza di base

di L. Solano

editore: Franco Angeli

pagine: 240

È noto che le richieste che giungono al medico di medicina generale nascono spesso da problemi che necessitano di un approccio olistico, biopsicosociale. La progressiva differenziazione tra medicina e psicologia rende però piuttosto problematica sia una risposta adeguata da parte del solo medico, sia una collaborazione attuata mediante invio allo psicologo. Raramente il medico è in grado di soddisfare la domanda del paziente nel suo complesso: il tentativo di fornire risposte sul solo piano biologico conduce all'effettuazione di analisi e alla somministrazione di farmaci di cui lui per primo riconosce la dubbia utilità. E difficilmente può inviare il paziente dallo psicologo: il contatto con uno psicologo, diversamente da quello con un medico, è tuttora oggetto di forte stigmatizzazione. Questo nuovo lavoro riporta i risultati di un.iniziativa giunta ormai ad una fase pienamente matura, sulla base di una mole di dati che oltre ad illustrarla più estesamente confermano la sua fattibilità ed utilità concreta anche sul piano di una riduzione della spesa sanitaria. Si pone quindi come possibile modello per una sperimentazione più estesa, con la possibilità di verifiche più ampie sul piano dell'efficacia e del risparmio di spesa ottenibile. Si incrocia, in questo momento storico, con l'esigenza sentita da più parti dell'istituzione della figura dello psicologo di base, per la quale potrebbe costituire una collocazione strategica.
31,00

La società bionica. Saremo sempre più belli, felici e artificiali?

di Maturo Antonio

editore: Franco Angeli

pagine: 128

Una volta la medicina aveva solo il compito di curare le malattie. Oggi ha esteso la sua giurisdizione. Da un lato, assistiamo a una crescente medicalizzazione della società: molte condizioni umane, un tempo considerate normali, sono oggi viste come patologie. Dall'altro lato, acquista sempre maggiore importanza la cosiddetta medicina del miglioramento: la medicina interviene sulla normalità per ottimizzarla. La nostra biologia viene quindi sempre più manipolata dalla tecnologia medica e il nostro bios, la nostra essenza biologica, diviene modificabile. Dispositivi artificiali intervengono sulla nostra natura. Sembra che oggi politica, religione e diritto non riescano a fornire sistemi interpretativi adeguati agli accelerati sviluppi tecnologici a cui stiamo assistendo. La medicina invece appare come il "discorso" più credibile a cui affidarci per dare significati alle conseguenze etiche e sociali delle scoperte in ambito farmacologico, genetico e medico tout court. Il volume cerca di rispondere, con particolare riferimento alla giustizia sociale nelle politiche per la salute, ai maggiori interrogativi sociologici che emergono da questi mutamenti.
16,50

Strategia e gestione del rischio clinico nelle organizzazioni sanitarie. Approcci, modalità, strumenti e risultati

editore: Franco Angeli

pagine: 176

Il volume propone un approccio alla gestione del rischio clinico di carattere sistemico. Dapprima viene tracciata la strategia aziendale poi declinata nel piano strategico triennale per arrivare allo sviluppo del rischio clinico in un piano di settore specifico, con impatto sui processi critici prioritari. Sono analizzati inoltre gli approcci e i possibili metodi per la mappatura dei rischi aziendale finalizzati a determinare le priorità di intervento. Il testo completa la parte di "sistema" con un approfondimento sul processo di gestione del rischio clinico fornendo una panoramica applicativa sui suoi principali strumenti. A questa parte di introduzione metodologica segue una serie di casi relativi ad organizzazioni sanitarie e società scientifiche, sviluppati in ambito nazionale, che illustrano esempi di applicazioni pratiche delle tecniche e degli strumenti utilizzati con i relativi risultati ottenuti. Attraverso il volume si intende diffondere le conoscenze acquisite e le esperienze maturate, con l'auspicio che possano fornire spunti concreti per la loro applicazione presso altre strutture ed organizzazioni sanitarie e scientifiche nonché stimolare un momento di riflessione finalizzato non solo ad approfondire ed applicare i diversi approcci, ma anche a dimostrare come il coinvolgimento diretto, assiduo e consapevole dei professionisti.
20,00

L'etica prescrittiva. Profili di responsabilità di medico, farmacista e industria farmaceutica

di A. Falagario

editore: Dike Giuridica Editrice

pagine: 239

La presente opera approfondisce importanti e complessi temi che si riferiscono alla responsabilità penale, amministrativa e disciplinare del farmacista, del medico, del veterinario, dell'informatore scientifico e dell'industria farmaceutica e risulta di notevole utilità per professionisti che desiderano incrementare il loro bagaglio culturale su questi argomenti che, peraltro, sono sottoposti a continuo aggiornamento giuridico-legislativo. In particolare nell'opera si esaminano i reati del codice penale connessi alla vendita e al commercio di medicinali, i fenomeni della c.d. vendita on line dei farmaci e dell'iperprescrizione degli stessi, il reato di comparaggio, quello di corruzione e quello di aggiotaggio. Vengono altresì approfondite le attività di verifica di studi medici e farmacie e le responsabilità collegate al D. Lgs. 231/2001 in capo all'industria farmaceutica. L'opera è rivolta alle Istituzioni quali Ministero della Salute, Assessorati alla Salute delle Regioni, Aziende Sanitarie Locali, Ordini professionali di Medici, Veterinari e Farmacisti, ma anche a professionisti del settore, ad avvocati e magistrati e agli organi istituzionalmente addetti ai controlli di rito, dottori commercialisti, nonché agli studenti di corsi di laurea scientifici che necessitano di uno strumento di approfondimento su argomenti di notevole rilevanza socio-economica.
18,00

Ospedali & salute. Tredicesimo rapporto annuale 2015

editore: Franco Angeli

pagine: 352

Il sistema ospedaliero italiano (cui afferiscono 60,5 miliardi di euro di spesa pubblica e in cui operano 650 mila addetti complessivi) è stato messo sotto osservazione anche quest'anno attraverso il 13° Rapporto "Ospedali & Salute". Il presidio interpretativo 2015 resta stabilmente ancorato a due punti di vista: quello di far dialogare la sanità "reale" (costituita da pazienti, cittadini e dipendenti) con la sanità "finanziaria" (attenta ai livelli di spesa e all'efficienza di funzionamento) e quello di garantire un migliore equilibrio del sistema misto pubblico/privato, previsto dal D.Lgs 592 del 1992 e peraltro percepito ed utilizzato come tale da utenti e cittadini. Dall'insieme dei dati emerge come il sistema ospedaliero pubblico abbia bisogno di affrontare una profonda revisione, non rimandando l'onere di ristrutturazione e di riorganizzazione che gli compete, tanto più che esso utilizza l'86% delle risorse economiche pubbliche per l'ospedalità contro il 14% della componente privata accreditata, la quale continua a fornire peraltro il 27% delle giornate di degenza complessiva.
22,00

Alimenti di origine animale e salute

editore: Franco Angeli

pagine: 404

Nell'anno dell'esposizione mondiale dedicata al tema "feeding the planet", appare evidente il significato dei prodotti di origine animale nella dieta dell'uomo, al fine di apportare elementi nutrizionali essenziali per tutte le fasce di età e non facilmente sostituibili. Mentre per i Paesi in via di sviluppo si conoscono i drammatici effetti legati alla mancanza di cibo e in particolare di fonti proteiche, nelle aree sviluppate del mondo è in corso un ampio dibattito sugli stili dietetici più favorevoli per la salute umana e sul significato etico dei consumi alimentari. Questo volume rappresenta uno strumento di aggiornamento scientifico e culturale sugli alimenti di origine animale per studenti, imprese delle filiere agrozootecniche, professionisti e comuni cittadini.
48,00

Il guaritore ferito. La vulnerabilità del terapeuta

di P. Moselli

editore: Franco Angeli

pagine: 192

Considerato all'inizio solo come un elemento di disturbo del processo terapeutico, il controtransfert ha assunto via via un ruolo sempre più importante fino a diventare uno strumento fondamentale per la terapia. Nell'analisi bioenergetica è sempre prevalsa quest'ultima impostazione ed il controtransfert non è mai stato considerato un temuto nemico, ma un indispensabile strumento diagnostico e terapeutico. In questo volume si analizzano nell'ottica della psicoterapia corporea i problemi relativi al rapporto terapeuta-cliente e viene valutata la possibilità del professionista di agire proficuamente nel setting e contemporaneamente permettersi di essere una persona "reale", presente in terapia in modo totale, quindi consapevole dei suoi sentimenti, positivi e/o negativi, verso i clienti. Allo scopo di comprendere se la crescita personale del paziente sia effetto delle tecniche adottate o sia da ricercare nella qualità della relazione.
26,50

L'assistenza agli anziani non autosufficienti in Italia

di Network Non Autosufficienza

editore: Maggioli Editore

pagine: 218

Il Rapporto NNA, con una struttura che si è mantenuta inalterata lungo le sue diverse edizioni, vuole fornire un quadro conoscitivo sullo stato di politiche e interventi per gli anziani non auto- sufficienti in Italia, e proporre linee d'intervento per migliorarle. Il Quinto Rapporto intende proporre una visione di sistema dei principali cambiamenti in atto e dei nodi più rilevanti, nella fase attuale, nelle politiche pubbliche di long-term care. Lo sfondo dal quale aveva preso le mosse il precedente volume era segnato dalla distanza sempre maggiore tra i bisogni in aumento e le risorse pubbliche disponibili. Oggi lo scenario se da un lato si rivela sempre più critico sul lato del finanziamento - si continua ad attendere una necessaria, e robusta, inversione di tendenza dall'altro non esclude l'affacciarsi di visioni positive e di approcci costruttivi. Le pagine che leggerete mostrano che la sfida attuale consiste nell'individuare le traiettorie da seguire domani nella consapevolezza che numerose ipotesi avanzate in passato dovranno essere ripensate ma che ciò non significa affatto essere rinunciatari, bensì disegnare il futuro alla luce del nuovo presente.
20,00 18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.