Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Lavoro

Smart working e jobs act autonomi. Tutte le novità della legge n. 81/2017

di P. Stern

editore: Maggioli Editore

pagine: 248

Una guida pratica per capire, orientarsi ed applicare correttamente le nuove disposizioni della Legge 22 maggio 2017, n
25,00 22,50

Memento Pratico. Lavoro 2017

Edizione settembre 2017

editore: IPSOA-Francis Lefebvre

pagine: 1501

Memento Lavoro esamina tutte le fasi del rapporto di lavoro dall’ assunzione al pensionamento, le prestazioni di sostegno al reddito (cassa integrazione, disoccupazione, ecc.), la sicurezza sul lavoro, i regimi particolari applicabili ad alcune figure professionali (ad es. giornalisti e dirigenti) e a specifiche categorie di lavoratori autonomi. Completano la trattazione il contenzioso previdenziale e assistenziale e il processo del lavoro. La contrattazione collettiva è esaminata per argomenti da essa disciplinati. Principali novità dell'edizione di settembre 2017! Jobs act autonomi Contratto di prestazione occasionale e libretto famiglia Lavoro agile (c.d. smart working) Sgravio sui premi di risultato Cassa integrazione ordinaria: i dettagli per l’istanza Nuova DISCOLL Pensioni: regime del cumulo APE sociale: istruzioni operative Giornalisti: nuovo regime previdenziale (contributi e pensione INPGI; ammortizzatori sociali e prepensionamenti)
150,00

Codice delle pari opportunità. Le norme commentate con dottrina e giurisprudenza

di ASLAWomen

editore: La Tribuna

pagine: 496

Questo volume si rivolge non solo agli avvocati e a chi si occupa professionalmente dei temi della diversità, ma anche al pubb
25,00

Il diritto sindacale

di Fulvio Corso

editore: Giappichelli

pagine: 224

Nell'ambito del diritto del lavoro - e quindi della generale disciplina dei rapporti di lavoro caratterizzati dalla subordinaz
20,00

Cooperative di lavoro e socio lavoratore

di Andrea Policari

editore: Maggioli Editore

pagine: 288

Il rapporto contrattuale che intercorre tra il socio e la cooperativa di lavoro è uno degli argomenti giuslavoristici più diba
39,00 35,10

L'appello nel processo del lavoro

di Vincenzo Turco

editore: Maggioli Editore

pagine: 212

Il testo contiene una trattazione operativa e puntuale del processo di appello nelle controversie di lavoro. L'opera, con giurisprudenza e formulario, costituisce un supporto all'attività pratica degli operatori, analizzando tutte le fasi del processo di secondo grado nelle controversie di lavoro: presupposti (introduzione, sentenze appellabili, competenza, rito, riserva di appello); introduzione del giudizio (requisiti di forma-contenuto del ricorso in appello, termini di impugnazione, appello con riserva dei motivi); instaurazione del contraddittorio (deposito del ricorso, fissazione dell'udienza, costituzione dell'appellato); difesa dell'appellato; divieto di nuove domande ed eccezioni; trattazione della controversia (inibitorie delle sentenze di primo grado, udienza, collegialità dell'organo giudicante, verifiche sul contraddittorio, sulle competenze e sul rito, divieto di nuove prove e nuove prove indispensabili, singoli mezzi di prova e istruttoria, relazione e discussione); filtro ex art. 436-bis c.p.c. (procedimento, contenuto, effetti e rimedi dell'ordinanza di inammissibilità, ricorso per Cassazione avverso la sentenza di primo grado); decisione (lettura del dispositivo, contenuto ed effetti delle pronunce del giudice di appello, inibitoria delle sentenze di appello). Un capitolo è poi dedicato al rito speciale sui licenziamenti ex L. 92/2012 (rito Fornero) in secondo grado. La seconda parte dell'opera contiene atti giudiziari su casi pratici in modo da illustrare concrete strategie processuali. Sono infine riportate le formule degli atti introduttivi più frequenti, presenti in formato editabile e stampabile anche sul Cd-Rom allegato.
29,00 26,10

Il testo unico di sicurezza sul lavoro

di Luigi Pelliccia

editore: Maggioli Editore

pagine: 360

Il manuale esamina nel dettaglio il Testo Unico di Sicurezza sul lavoro (D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81). La trattazione, pur affrontando l'esame delle norme, è sempre rivolta alla loro attenta ricostruzione sistematica, proponendo anche soluzioni interpretative dei punti maggiormente controversi. Oltre al commento del complessivo apparato legislativo, il testo è ricco di tabelle riepilogative ed è completato dall'allegato Cd-Rom, che riporta la normativa integrale, le FAQ del Ministero, alcune formule e facsimile di atti e le tabelle riepilogative delle sanzioni. Si tratta, quindi, di un volume che presenta sia i pregi del taglio operativo e divulgativo - rivelandosi estremamente utile per quanti hanno a che fare a vario titolo col problema pratico della sicurezza - sia quelli della disamina informata e correttamente impostata, e perciò indicato anche per chi privilegia uno sguardo più teorico del tema. Questa sesta edizione tiene conto dei provvedimenti di più recente emanazione, tra cui si segnalano: il D.M. 23 maggio 2016, n. 183, che avvia l'informatizzazione delle procedure in materia di salute e sicurezza sul lavoro e reca le regole tecniche per la realizzazione e il funzionamento del SINP; il D.M. 12 luglio 2016, che modifica gli allegati 3A (Cartella Sanitaria e di rischio) e 3B (Informazioni relative ai dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria) del Testo Unico; il D.Lgs. 1° agosto 2016, n. 159 - Attuazione della direttiva 2013/35/UE in tema di esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dai campi elettromagnetici; i nuovi Interpelli emanati dalla Commissione Ministeriale fino a ottobre 2016.
42,00 37,80

Flessibilità, sicurezza e occupazione alla prova del Jobs Act

editore: Giappichelli

Se trovare un paradigma capace di comprendere e descrivere il Jobs Act nel suo complesso non è impresa semplice, ancora più difficile è cercare di proiettare l'ultima riforma del mercato del lavoro nel futuro, nel momento in cui l'individuazione e l'interpretazione dei suoi effetti sono divenuti la vera e propria materia del contendere. Il volume "Flessibilità, sicurezza e occupazione alla prova del Jobs Act "coglie la sfida, sviluppando un'originale analisi della riforma in una prospettiva, non esclusivamente giuridica, che a partire dal dato normativo prova a guardare oltre il presente alla luce dell'esperienza passata. Una nuova declinazione del rapporto tra fenomeni economici e diritto del lavoro fa da sfondo all'intero intervento riformatore, nel quale si rinvengono tracce di sensibilità vecchie e nuove, comunque portatrici di nuovi interrogativi e problemi interpretativi. Alla ricostruzione sistematica dell'assetto che ne risulta, e che potrebbe derivarne, sono dedicati ventiquattro contributi elaborati dagli studiosi della Fondazione Universitaria Marco Biagi. La prima parte del volume propone alcuni percorsi di lettura "trasversale" del Jobs Act, mentre la seconda, la terza e la quarta parte sono dedicate all'analisi delle materie e degli istituti oggetto dell'intervento legislativo.
58,00

Modelli di gestione del rischio e compliance ex D.Lgs. 231/2001

editore: Ipsoa

pagine: 240

Come implementare un sistema di Risk Management e come impostare un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo finalizzato alla compliance ex D.Lgs. 231/2001. Questo libro risponde a entrambe le esigenze grazie a due esperti della consulenza direzionale nel settore del Risk Management. Il perdurare della diffusa crisi economica e dell'incertezza a essa associata ha dimostrato che molte organizzazioni non si sono adeguatamente attrezzate per gestire situazioni di rischio. La mancanza di un adeguato sistema di gestione dei rischi causa molto spesso situazioni di crisi in conseguenza di eventi sostanzialmente prevedibili o, almeno, plausibili dal punto di vista delle probabilità. Proprio per questo le aziende di tutti i settori devono dotarsi di strumenti in grado di identificare le fonti di rischio presenti al loro interno. I modelli di Risk Management rappresentano una formidabile risposta a questa sfida. Essi sono la migliore evoluzione dei sistemi di supporto alle scelte manageriali, essendo in grado di elaborare adeguate valutazioni economiche rispetto a scenari ipotetici e di fornire elementi essenziali di prevenzione dei rischi indesiderati. Questo libro fornisce il quadro di riferimento per poter individuare i rischi ai quali le organizzazioni sono esposte e propone un possibile framework di risk management. Inoltre, esamina una particolare categoria di rischio, quella rappresentata dai comportamenti illegali commessi da dipendenti e amministratori di enti e aziende. Tale fenomeno ha fatto sì che legislatori di diversi paesi emanassero leggi e regolamenti volti, da un lato, a sanzionare tali comportamenti e dall'altro, a incoraggiare l'adozione di modelli di gestione e controllo di tali tipologie di rischio. Per l'Italia spicca il D.Lgs. 231 del 2001, che ha imposto a molte aziende il doversi confrontare con i propri sistemi di controllo, interrogandosi sulla propria capacità di gestire determinati tipi di rischi. Il libro si conclude con una serie di utilissimi schemi che illustrano i reati, gli illeciti e le sanzioni connessi alle norme del D.Lgs. 231/2001.
32,00

Il licenziamento del dipendente pubblico prima e dopo il «Jobs Act»

di Alberto Tampieri

editore: Giappichelli

pagine: 174

Il licenziamento del dipendente pubblico, nell'ambito della costante evoluzione della disciplina del pubblico impiego, è argomento di grande attualità; esso si inserisce in un più ampio dibattito, in atto ormai da tempo, sugli strumenti più adeguati per consentire alla pubblica amministrazione di recuperare efficienza e produttività, tra i quali, appunto, la possibilità di licenziare "liberamente" i dipendenti pubblici "nullafacenti". Un rinnovato interesse per l'argomento è sorto a seguito dell'emanazione della legge n. 92/2012 (c.d. riforma "Fornero"). Quest'ultima infatti, intervenendo sull'art. 18 dello Statuto dei lavoratori, ha riaperto un interessante dibattito - che sembrava ormai tendenzialmente consolidato, almeno in giurisprudenza - sulle conseguenze dell'eventuale illegittimità del recesso intimato dalla pubblica amministrazione, e in particolare sull'applicabilità dell' art. 18 al lavoro pubblico. Ci si è chiesti, sin dai primi commenti, se l'art. 18 dello Statuto, unica norma che disciplina le conseguenze dell'illegittimità del recesso nell'ambito del lavoro pubblico (v. infra), debba trovare applicazione nella sua versione novellata o in quella antecedente alla legge Fornero (infra, cap. III). Infatti, stando alla previsione dell'art. 1 della legge n. 92/2012, le innovazioni apportate dalla riforma non dovrebbero essere immediatamente applicabili anche al lavoro nella pubblica amministrazione; la giurisprudenza però, come si vedrà, si è orientata in senso diverso.
20,00

Diritto sindacale

di Mariella Magnani

editore: Giappichelli

pagine: 232

Questa nuova edizione di "Diritto sindacale", che vede la luce a due anni dalla precedente, contiene gli aggiornamenti resi necessari dalle innovazioni intervenute nel sistema di relazioni industriali. Si tratta, soprattutto, di dare conto dei più recenti tentativi compiuti dalle principali confederazioni sindacali per conferire un assetto più normato al nostro sistema di contrattazione collettiva incidendo anche sulla questione della rappresentatività sindacale, ai fini sia della contrattazione collettiva che della fruizione dei diritti sindacali. La nuova edizione prende in considerazione l'accordo interconfederale del 10 gennaio 2014, ambiziosamente denominato dai suoi stessi autori Testo Unico sulla rappresentanza, sopravvenuto all'edizione del 2013, con l'obiettivo di illustrarne, non solo i contenuti, ma anche l' effettiva portata giuridica. Ovviamente sullo sfondo vi è anche il Jobs Act, cioè la l. 10 dicembre 2014, n. 183, e i relativi decreti attuativi, che, sebbene non incidano direttamente sul sistema di relazioni collettive, creano un nuovo contesto di cui anche esse devono tenere conto.
22,00

Codice del lavoro, degli infortuni, della previdenza e dell'assistenza sociale

di F. Bartolini

editore: La Tribuna

pagine: 2176

L'opera è aggiornata con: il D.L.vo 24 settembre 2016, n. 185, Decreto correttivo del Jobs act; il D.L.vo 1 agosto 2016, n. 159, norme sulla sicurezza del lavoro; il DDL approvato definitivamente dal Parlamento il 18 ottobre 2016, in materia di contrasto del caporalato.
60,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.