Il tuo browser non supporta JavaScript!

FUORI SERVIZIO

Attenzione, controllare i dati.

Franco Angeli: Lingua, traduzione e didattica

Communicating medicine popularizing medicine

editore: Franco Angeli

pagine: 200

23,00

Lingua, identità e immigrazione. Prospettive interdisciplinari

editore: Franco Angeli

pagine: 240

Immigrazione vuol dire anche emigrazione. Partendo da uno sguardo locale sulla presenza ispanofona (e non solo) in Italia, i contributi che compongono il libro ripercorrono un viaggio circolare che nel passato vedeva il continente americano come punto d'approdo. Sotto la lente della sociologia, della psicologia sociale, della letteratura e della linguistica, il volume propone il dialogo interdisciplinare come strumento per affrontare un tema scottante quanto irrisolto: l'incontro fra identità diverse. Filo conduttore la lingua, come veicolo di trasmissione e contatto culturale, come strumento di comunicazione e adattamento ai nuovi contesti, come mezzo di espressione per narrare e raccontare un'esperienza peculiare delle società globali.
32,00

La lingua dei segni nelle disabilità comunicative

editore: Franco Angeli

pagine: 192

Il volume rappresenta un tentativo di raccogliere i contributi pioneristici di logopedisti, psicologi, educatori, studiosi del linguaggio che usano la lingua dei segni italiana nella rieducazione e riabilitazione di bambini e ragazzi affetti da disabilità comunicative provocate da sindromi diverse, quali l'autismo, le disprassie verbali, la sindrome di Landau Kleffner, la sindrome di Down, con o senza sordità associata, ma anche in bambini e ragazzi con disturbo specifico dell'apprendimento. In tutti i casi descritti, la lingua dei segni italiana ha rivelato le sue potenzialità linguistiche, da una parte offrendo a bambini e ragazzi uno strumento di comunicazione ed espressione, dall'altra sostenendo e promuovendo lo sviluppo e la competenza della lingua vocale. Nelle intenzioni degli autori e delle curatrici, il volume si rivolge a figure professionali quali educatori, insegnanti, logopedisti, linguisti, ma anche ai genitori di bambini con disabilità comunicative, affinché le esperienze qui raccolte possano aprire la strada ad interventi efficaci e personalizzati attraverso l'uso di uno strumento linguistico prezioso, ancora poco conosciuto e spesso relegato all'ambito della sordità: la lingua dei segni italiana.
25,00
27,00

Insegnare italiano a stranieri. Percorsi operativi

di G. Carloni

editore: Franco Angeli

pagine: 256

Insegnare italiano a stranieri. Percorsi operativi è il secondo volume nato dall'esperienza del master Insegnare Italiano a Stranieri: Scuola, Università, Impresa attivo dal 2006 presso il Dipartimento di Studi Internazionali dell'Università degli Studi di Urbino Carlo Bo. Il manuale, che si articola in moduli tematici, fornisce le coordinate teorico-metodologiche e le linee guida per l'applicazione di strategie glottodidattiche in vari ambiti quali la comunicazione e l'educazione interculturale, l'insegnamento della cultura italiana, l'analisi contrastiva, la drammatizzazione e l'insegnamento di una lingua altra mediante le nuove tecnologie. La sezione dedicata all'analisi di elementi di lingua e cultura araba, cinese e russa fornisce strumenti conoscitivi e strategie per l'insegnamento dell'italiano a specifiche tipologie di apprendenti. Indicazioni sono fornite inoltre per la progettazione e la gestione di progetti di linguistica interculturale. Il testo, dal profilo altamente applicativo, si rivolge a docenti di italiano L2/LS in formazione e agli operatori del settore che desiderano sviluppare le competenze glottodidattiche necessarie per gestire efficacemente l'insegnamento dell'italiano a stranieri in vari contesti di apprendimento.
28,00

Bilinguismo e traduzione. Dalla neurolinguistica alla didattica delle lingue

editore: Franco Angeli

pagine: 192

La facoltà di acquisire più lingue è comune ad ogni essere umano, previo un adeguato addestramento, che può avvenire fin dalla nascita o in età adulta. Col variare dell'addestramento e dell'esperienza di ogni parlante, variano il livello e la tipologia del bilinguismo. Recenti studi neurolinguistici, infatti, avvalorano l'ipotesi che la "rappresentazione" delle lingue nel cervello si modifichi in relazione ai tempi e alle modalità di addestramento. Analizzando i risultati di importanti ricerche sui disturbi del linguaggio e sul comportamento linguistico non patologico di soggetti mono- e plurilingui, le autrici individuano i punti nodali del dibattito scientifico sul bilinguismo. In particolare, l'attenzione è focalizzata sullo studio dei processi traduttivi umani, ambito di ricerca al crocevia tra scienze umane, formali e sperimentali. Il modello teorico proposto costituisce un tentativo di sintetizzare il concetto di equivalente traduttivo coerentemente ai dati disponibili sul funzionamento del cervello bilingue. La relazione tra processi mentali e fisiologia molto ci dice sulle ragioni per cui le macchine esistenti non possono tradurre come gli esseri umani, ma - soprattutto - molto ci dice sull'urgenza di fondare una nuova didattica del bilinguismo e della traduzione. Si tratta di un radicale mutamento di paradigma.
25,00

Le sfide della qualità in interpretazione. Ricerca, didattica e pratica professionale

editore: Franco Angeli

pagine: 152

Il tema della qualità è uno fra i più dibattuti e fecondi nel campo degli Interpreting Studies. Il volume si propone di fornire una panoramica aggiornata dello stato dell'arte e delle principali tendenze legate a questo filone di ricerca e di riflettere su continuità e divergenze relative alle diverse modalità e tecniche interpretative in un'ottica integrata di ricerca, pratica professionale e didattica, esplorando le sfide che pone la loro evoluzione. Approfondisce inoltre questioni fondamentali nella valutazione della qualità in interpretazione, come chi valuta che cosa, in quali contesti e situazioni comunicative e condivide riflessioni sulle prospettive metodologiche applicate alla ricerca in questo campo. L'appendice offre infine strumenti e materiali per replicare e ampliare progetti di ricerca ed elaborare materiali didattici.
20,00

Memoria lingua traduzione

di M. Agorni

editore: Franco Angeli

pagine: 148

Le relazioni tra memoria, lingua e traduzione sono molteplici. Il volume si presenta come un lavoro di ricognizione sulle tematiche che danno origine ad alcune di queste relazioni, soprattutto nel settore linguistico e traduttologico. La complessità della dialettica viene osservata sia in una prospettiva teorica, esaminando le relazioni che si esprimono a livello disciplinare, che applicativa, cioè maggiormente legata alla didattica delle lingue e della traduzione. Le relazioni hanno dato origine, nel corso della storia, a una serie di metafore che spaziano dall'ambito storico a quello delle arti figurative. Inoltre, la ricerca nel campo delle neuroscienze sta rivelando aspetti sorprendenti, e fino ad ora impensabili, della connessione tra lingua e memoria. Il volume si chiude con una rappresentazione del rapporto tra memoria collettiva e individuale, illustrando da una parte le politiche di intervento del Comune di Brescia riguardo alla commemorazione di Piazza della Loggia, e, dall'altra, presentando la narrazione di esperienze personali e professionali in un'intervista a Susan Bassnett. Scritti di: Mirella Agorni, Bianca Bardini, Susan Bassnett, Rosa Maria Bollettieri Bosinelli, Erika Nardon-Schmid, Costanza Peverati, Laura Salmon, Ira Torresi.
18,00

Grammatica, lessico e dimensioni di variazione nella LIS

editore: Franco Angeli

pagine: 272

I contributi raccolti in questo volume illustrano la ricerca più recente sulla lingua dei segni italiana e si soffermano in particolare su alcuni aspetti grammaticali e lessicali soggetti a variazione. Vengono presentate anche le motivazioni, il percorso e le scelte metodologiche che hanno portato alla creazione del Corpus LIS, un corpus di filmati che documentano le produzioni di 165 segnanti provenienti da 10 città (Torino, Milano, Brescia, Bologna, Firenze, Roma, Salerno, Bari, Catanzaro, Ragusa) e che è rappresentativo delle varietà di LIS utilizzate nel territorio nazionale. I risultati delle prime indagini effettuate sul Corpus LIS rivelano i tratti, talvolta sorprendenti, del processo di standardizzazione in atto. Sono discusse anche alcune situazioni particolari di uso della LIS: quando si modifica per adattarsi alla situazione di sordo-cecità dei segnanti, quando è parlata da bilingui udenti, e quando è il risultato di una traduzione. Il volume si rivolge non solo a assistenti alla comunicazione, studenti e interpreti di LIS, ma anche a studenti e specialisti di linguistica e di altre lingue, che vogliano comparare le lingue vocali con una lingua segnata. Per i sordi segnanti si tratta di uno strumento per riflettere sulla propria lingua, un aspetto importante della propria cultura.
35,00

Il lavoro del traduttore. Aspetti linguistici e semiotici

di Ferraresi Mauro

editore: Franco Angeli

pagine: 112

In che cosa consiste propriamente il lavoro del traduttore? Esiste una verità della traduzione? Quali sono gli aspetti che mostrano il valore di una traduzione? E ancora: che cosa si perde e che cosa si guadagna in una traduzione? Ed è vero che il processo di traduzione è potenzialmente infinito? Queste sono alcune delle domande a cui tenta di rispondere il presente volume che raccoglie riflessioni sul tema condotte dall'autore con l'aiuto di strumenti linguistici e semiotici. Il libro è scorrevole e costellato di numerosi esempi, letterari e non, che esplicitano importanti aspetti del funzionamento del lavoro traduttivo e spiegano come la pratica della traduzione aiuti a comprendere i processi di costruzione del significato che ogni mente compie. Poiché si traduce sempre: per comprendere un quadro, per leggere una fotografia, per interpretare un comportamento, per giudicare un codice vestimentario o, più semplicemente, per comprendere una frase e per trasformare un nostro pensiero in parole.
15,00

Insegnare italiano a stranieri. Percorsi formativi

editore: Franco Angeli

pagine: 240

Insegnare italiano a stranieri è un manuale nato dall'esperienza del master attivo dal 2006 presso il Dipartimento di Studi internazionali dell'Università Carlo Bo di Urbino, che si rivolge anche a chi, digiuno da una specifica formazione linguistica, voglia prepararsi ad insegnare l'italiano lingua seconda, lingua straniera in Italia e all'estero presso scuole, università e imprese. In campo vi sono linguisti, storici della lingua, glottodidatti, filologi, operatori della scuola e del comparto sociale che forniscono le competenze glottodidattiche e linguistiche ai docenti in formazione. Al di là degli steccati disciplinari, troppo spesso gelosamente custoditi per ragioni accademiche e non di contenuto, si è progettata una strategia di insegnamento che si fonda sulla valutazione transdisciplinare dell'italiano agli stranieri. L'approccio del lavoro è altamente pratico in quanto si propone di presentare i vari saggi con una breve introduzione teorica sullo stato dell'arte e, successivamente, di offrire un'ampia parte applicativa per promuovere concretamente l'insegnamento dell'italiano. Il testo si articola in due sezioni: il "modulo linguistico" si apre con un'analisi sociolinguistica e linguistica della lingua italiana, strumento del processo di insegnamento in una classe di italiano L2/LS; il "modulo didattico" consegna invece al lettore il quadro teorico-metodologico all'interno del quale vengono a strutturarsi la progettazione di percorsi di apprendimento.
27,00

Fondamenti di grammatica della lingua dei segni italiana

di Carmela Bertone

editore: Franco Angeli

pagine: 272

Il volume presenta le strutture morfologiche e sintattiche della Lingua dei Segni Italiana (LIS) nella prospettiva della linguistica moderna. Rivisitando i principali studi svolti su questa lingua negli ultimi trent'anni, intende per la prima volta offrire una descrizione generale della grammatica della LIS, fornendo anche nuove osservazioni sugli aspetti meno esplorati. Numerose sono le riflessioni comparative con altre lingue dei segni, in particolare con l'American Sign Language (ASL), i cui studi, cominciati mezzo secolo fa, hanno stimolato la ricerca anche sulle altre lingue dei segni e contribuito a restituire loro il valore di lingue. Il volume si rivolge a chiunque voglia approfondire la conoscenza della grammatica della LIS: insegnanti, studenti, interpreti, assistenti alla comunicazione, logopedisti, al fine di ottimizzare la comprensione e la memorizzazione delle strutture linguistiche della LIS. Può essere un utile strumento per i linguisti e in generale gli specialisti del linguaggio, che vogliano includere nei loro studi anche una lingua dei segni. I sordi segnanti possono avvalersi di questo strumento per riflettere sulla propria lingua e valorizzare un aspetto centrale della propria cultura.
35,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.