Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Libri di Mario Di Nicola

Operare e progettare con il Testo Unico dell'edilizia. Guida operativa con formulario

di Mario Di Nicola

editore: Maggioli Editore

pagine: 432

Prosegue il processo di semplificazione della disciplina edilizia con diversi provvedimenti che modificano notevolmente svaria
48,00 43,20

Formulario generale dell'edilizia

di Mario Di Nicola

editore: Maggioli Editore

pagine: 490

48,00 43,20

Le nuove procedure edilizie dopo i decreti SCIA 1 SCIA 2

di Mario Di Nicola

editore: Maggioli Editore

pagine: 158

Il manuale illustra le modifiche introdotte dai Decreti n
22,00 19,80

Ampliamenti e sopraelevazioni e recupero sottotetti

di Mario Di Nicola

editore: Maggioli Editore

pagine: 260

Questa nuova Guida affronta le problematiche degli interventi realizzabili sul patrimonio edilizio esistente, a seguito delle
28,00 25,20

Formulario generale dell'edilizia

di Mario Di Nicola

editore: Maggioli Editore

pagine: 468

Il volume contiene la modulistica di riferimento per la trattazione della complessa materia dell'Edilizia, con riferimenti normativi e lineamenti procedurali degli adempimenti da affrontare per la progettazione, e la formazione dei titoli abilitativi edilizi e tutta la procedura relativa alla realizzazione degli interventi, nonché le procedure di collaudo, agibilità e uso dell'immobile. Questa VIII edizione è stata aggiornata con le modifiche e novità introdotte dai recenti provvedimenti legislativi e le ultime pronunce giurisprudenziali di maggior rilievo. Novità assoluta è rappresentata dall'introduzione delle schede tecniche operative per le singole tipologie di intervento edilizio, nonché da un restyling complessivo di ogni singolo capitolo. Il volume è organizzato per argomenti all'interno dei quali sono trattate le indicazioni operative, la successione cronologica e le informazioni utili alla gestione procedurale di ciascuna attività, al fine di porre il tecnico nella condizione di poter disporre di tutte le informazioni utili a garantire la completa copertura delle problematiche che sarà chiamato ad affrontare nell'assolvimento del suo incarico. Le formule dei titoli edilizi (PDC, DIA, SCIA, CIL, CILA) predisposte secondo i modelli unici approvati dalla Conferenza Unificata, possono essere selezionate mediante doppio clic nella casella di interesse, si aprirà una finestra da cui si può scegliere l'opzione "selezionato" e il comando "OK" per la conferma.
46,00 41,40

La DIA in edilizia

di Mario Di Nicola

editore: Maggioli Editore

pagine: 210

Con questo nuovo volume prosegue la rassegna dedicata alle novità introdotte dal Decreto Sblocca Italia (legge n. 164/2014), a cura dell'arch. Mario Di Nicola. Dopo CIL, SCIA e Permesso di Costruire ora tocca alle modifiche alla Denuncia di inizio attività (DIA). In particolare, con l'articolo 17, comma 1, lettera m), della citata legge n. 164 del 2014, sono stati separati gli interventi subordinati a segnalazione certificata di inizio attività, da quelli realizzabili mediante denuncia di inizio attività, di cui all'articolo 22 del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380. Infatti, alla segnalazione certificata di inizio attività sono stati attribuiti gli interventi previsti dai commi 1, 2 e 2-bis, dell'articolo 22, del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, mentre alla denuncia di inizio attività sono stati confermati solo gli interventi di cui al comma 3, del medesimo articolo 22, del d.P.R. n. 380 del 2001. Prima della presentazione della denuncia inizio attività l'interessato può richiedere allo sportello unico per l'edilizia di provvedere all'acquisizione di tutti gli atti di assenso, comunque denominati, necessari per l'intervento edilizio, o presentare istanza di acquisizione dei medesimi atti di assenso contestualmente alla denuncia inizio attività. Lo sportello unico comunica tempestivamente all'interessato l'avvenuta acquisizione degli atti di assenso.
29,00 26,10

Il nuovo permesso di costruire dopo il «Decreto Sblocca Italia»

di Mario Di Nicola

editore: Maggioli Editore

pagine: 242

Con la legge 11 novembre 2014, n. 164, di conversione, con modificazioni, del decreto legge 12 settembre 2014, n. 133 "Decreto sblocca Italia", sono state apportate sostanziali modifiche al Permesso di costruire, di cui agli articoli 10, 11, 12, 13, 14, e 20 del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380 "Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia". In particolare snellisce le procedure di formazione del permesso di costruire, nonché per la determinazione del contributo di costruzione per gli interventi di trasformazione urbana complessi, differenziando inoltre tra gli interventi al fine di incentivare, in modo particolare nelle aree a maggiore densità del costruito, quelli di ristrutturazione edilizia, anziché quelli di nuova costruzione. Amplia la sfera degli interventi realizzabili con il permesso di costruire, con l'introduzione del permesso di costruire convenzionato, di cui all'articolo 28-bis del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, mentre per gli interventi di ristrutturazione edilizia, attuati anche in aree industriali dismesse, viene ammessa la richiesta di permesso di costruire anche in deroga alle destinazioni d'uso, previa deliberazione del Consiglio comunale che ne attesta l'interesse pubblico, a condizione che il mutamento di destinazione d'uso non comporti un aumento della superficie coperta prima dell'intervento di ristrutturazione.
29,00 26,10

Il contributo di costruzione dopo il «decreto sblocca Italia»

di Mario Di Nicola

editore: Maggioli Editore

pagine: 296

Il recente Decreto Sblocca Italia (legge n. 164/2014) ha apportato sostanziali modifiche anche alle regole per il calcolo del contributo di costruzione, di cui agli articoli 16, 17, 18 e 19 del d.P.R. n. 380/2001 (Testo unico dell'edilizia). In particolare, al fine di promuovere il recupero del patrimonio edilizio esistente, definisce le modalità di incentivazione per gli interventi di ristrutturazione edilizia, di cui all'articolo 3, comma 1, lettera d), del d.P.R., n. 380 del 2001, rispetto a quelli di nuova costruzione. Per gli interventi di manutenzione straordinaria di cui all'articolo 6, comma 2, lettera a), qualora comportanti aumento del carico urbanistico, il contributo di costruzione è commisurato alla incidenza delle sole opere di urbanizzazione, purché ne derivi un aumento della superficie calpestabile. ll volume è organizzato per argomenti all'interno dei quali sono trattate le indicazioni operative, la successione cronologica e le informazioni utili alla gestione procedurale di ciascuna attività, al fine di porre il tecnico nella condizione di poter disporre di tutte le informazioni utili a garantire la completa copertura delle problematiche che sarà chiamato ad affrontare nell'assolvimento del suo incarico. Completano il volume degli esempi di calcolo del conributo di costruzione per edifici residenziali e per opifici artigianali e industriali oltre ad un Cd-Rom contenente il formulario delle procedure e la legislazione nazionale e regionale di riferimento.
36,00 32,40

La SCIA in edilizia

di Mario Di Nicola

editore: Maggioli Editore

pagine: 198

Dopo le modifiche per le opere realizzabili con la Comunicazione Inizio Lavori prosegue l'analisi delle novità apportate dal Decreto Sblocca Italia (legge n. 164/2014) per gli interventi che richiedono la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA). Per la prima volta la Segnalazione certificata di inizio attività è stata inserita nel Testo unico per l'edilizia, ed è stata ampliata la sfera degli interventi realizzabili con la SCIA, attraverso l'introduzione del comma 2-bis dell'articolo 22 del d.P.R. n. 380 del 2001, consistente nelle varianti a permessi di costruire che non configurano una variazione essenziale, a condizione che siano conformi alle prescrizioni urbanistico-edilizie e siano attuate dopo l'acquisizione degli eventuali atti di assenso. Con la legge 9 agosto 2013, n. 98 sono state introdotte le modalità di acquisizione delle autorizzazioni preliminari alla segnalazione certificata inizio attività, di cui all'articolo 23-bis del d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380, testo vigente: l'interessato può richiedere allo sportello unico per l'edilizia di provvedere all'acquisizione di tutti gli atti di assenso o presentare istanza di acquisizione dei medesimi atti di assenso contestualmente alla segnalazione; lo sportello unico comunica tempestivamente all'interessato l'avvenuta acquisizione degli atti di assenso.
28,00 25,20

La comunicazione di inizio lavori

di Mario Di Nicola

editore: Maggioli Editore

pagine: 194

Con la legge 11 novembre 2014, n. 164, di conversione, con modificazioni, del decreto legge 12 settembre 2014, n. 133 "Decreto sblocca Italia", sono state apportate sostanziali modifiche all'attività edilizia libera, di cui all'articolo 6 del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, per le opere realizzabili mediante la comunicazione inizio lavori. In particolare è stata ampliata la sfera degli interventi di manutenzione straordinaria, infatti ora con la comunicazione inizio lavori si possono effettuare anche gli interventi consistenti nel frazionamento o accorpamento delle unità immobiliari con esecuzione di opere anche se comportanti la variazione delle superfici delle singole unità immobiliari nonché del carico urbanistico purché non sia modificata la volumetria complessiva degli edifici e si mantenga l'originaria destinazione d'uso. Mentre con l'istituto della manutenzione ordinaria si possono ora realizzare anche gli interventi di installazione di pompe di calore aria-aria di potenza termica utile nominale inferiore a 12 kW. Inoltre viene rimarcata la suddivisione in tre distinti regimi giuridici degli interventi realizzabili senza titolo, nonché gli adempimenti, le procedure e le sanzioni previste per ogni tipologia di intervento.
32,00 28,80

Tutte le semplificazioni delle procedure edilizie nel «Decreto sblocca Italia»

di Mario Di Nicola

editore: Maggioli Editore

pagine: 168

Continua la semplificazione della disciplina edilizia attraverso l'introduzione di importanti novità con il decreto legge 12 settembre 2014, n. 133, meglio conosciuto come "Decreto sblocca Italia", convertito, con modificazioni, dalla legge 11 novembre 2014, n. 164. Il volume è organizzato per argomenti all'interno dei quali sono trattate le indicazioni operative, la successione cronologica e le informazioni utili alla gestione procedurale di ciascuna attività, al fine di porre il tecnico nella condizione di poter disporre di tutte le informazioni utili a garantire la completa copertura delle problematiche che sarà chiamato ad affrontare nell'assolvimento del suo incarico.
28,00 25,20

Opere edilizie

di Mario Di Nicola

editore: Maggioli Editore

pagine: 144

È una completa e operativa banca dati realizzata attraverso la catalogazione di tutte le opere edilizie. Questa seconda edizione presenta ben 650 schede operative di interventi soggetti a permesso di costruire, a segnalazione certificata inizio attività, a denuncia inizio attività, a comunicazione inizio lavori, nonché ad attività edilizia libera, complete di link alle norme, alle procedure e alla modulistica per tutti gli adempimenti richiesti, dalla progettazione al rilascio del certificato di agibilità, con tutti i passaggi intermedi per la formazione degli atti e la realizzazione delle opere edilizie. In particolare, per ogni opera edilizia vengono riportate le procedure, la modulistica, la normativa e la giurisprudenza per gli adempimenti da effettuare da parte di tutti i soggetti coinvolti nel procedimento di formazione degli atti e realizzazione delle opere.
49,00 44,10

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.