Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Risultati della ricerca

Le unioni civili e le convivenze di fatto

di L. Volpe

editore: La Tribuna

pagine: 128

La L. 20 maggio 2016, n. 76, Regolamentazione delle unioni civili fra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze, costituisce il risultato di un lungo e travagliato iter parlamentare, e segna un primo, rilevante punto di arrivo nell'adeguamento della legislazione italiana ai principi dell'Unione Europea. Quest'opera costituisce una lettura ragionata delle profonde innovazioni introdotte dalla "Legge Cirinnà" e contiene un commento esauriente, di taglio prettamente operativo, che comprende un'attenta analisi non solo dei profili di diritto civile, ma anche di quelli di diritto penale e diritto fiscale connessi alle unioni civili e alle convivenze di fatto. Vengono così affrontate tutte le principali problematiche della disciplina in oggetto: dalle cause impeditive per la costituzione dell'unione civile alle impugnazioni; dai diritti e doveri derivanti dall'unione civile al regime patrimoniale; dalla successione mortis causa allo scioglimento dell'unione. Vengono sviscerate anche le tematiche fondamentali poste dalla nuova normativa sulle convivenze di fatto, fra le quali l'accertamento dello stato di stabile convivenza; la tutela delle esigenze abitative del convivente; i contenuti, le modifiche e la risoluzione del contratto di convivenza. Non manca il testo della Legge Cirinnà, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 118 del 21 maggio 2016.
20,00

Unioni civili e convivenze di fatto. Guida pratica ai nuovi adempimenti di stato civile e anagrafe

editore: Maggioli Editore

pagine: 268

CCon l'entrata in vigore dei decreti legislativi del 19 gennaio 2017, nn
52,00 46,80

La nuova disciplina delle unioni civili e delle convivenze

editore: Maggioli Editore

pagine: 180

34,00 30,60

Unioni civili e convivenze di fatto

di M. Gorgoni

editore: Maggioli Editore

pagine: 290

Dopo un travaglio lungo trent'anni, l'Italia si è data una regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e delle convivenze "di fatto" omo ed eterosessuali con L. 20 maggio 2016 n. 76 (G.U. 21 maggio 2016, n. 118). La disciplina si era ormai resa necessaria a seguito della condanna da parte della Corte Edu e dei moniti rivolti al legislatore da parte della Corte costituzionale. La presente opera è frutto della collaborazione di esperti del diritto di famiglia, dei diritti umani, di costituzionalisti e comparatisti. Il risultato è un'analisi lucida e approfondita dei nuovi istituti, ma anche una guida di valore operativo: alle modalità di costituzione e di scioglimento delle unioni; alle cause impeditive e di nullità; agli obblighi dei contraenti; al regime patrimoniale; agli effetti legali e ai diritti dei conviventi di fatto; ai diritti post mortem dei conviventi superstiti; alla procreazione e all'adozione; ai contratti di convivenza (di cui è riportato un esempio pratico). L'opera risulta così uno strumento particolarmente prezioso per gli studiosi e i professionisti che si avvicinano alla nuova disciplina.
28,00 25,20

La nuova legge sulle unioni civili e convivenze

di Luciano Guaglione

editore: Neldiritto Editore

pagine: 206

La legge sulle Unioni civili e sulla regolamentazione delle convivenze costituisce, dopo quella del 1975, la più importante e rivoluzionaria riforma della recente storia del diritto di famiglia in Italia. Colmando un vuoto normativo che aveva collocato l'Italia in una posizione di notevole distanza dalla legislazione della maggior parte degli Stati europei, la nuova legge introduce nel nostro ordinamento l'istituto dell'unione civile tra persone dello stesso sesso, quale specifica formazione sociale riconosciuta e tutelata dall'art. 2 Cost. Detta, inoltre, una normativa sulle convivenze di fatto, che può riguardare sia coppie omosessuali che eterosessuali. Il presente lavoro prende le mosse dall'indagine sull'evoluzione della nozione di famiglia dalla concezione patriarcale di stampo romanistico al modello di famiglia nucleare dando contezza dell'emergere, in epoca più recente, di modelli familiari alternativi rispetto a quello tradizionale con un impatto significativo a livello di UE, che ha mostrato una sempre crescente sensibilità verso il diritto di famiglia. Analizza quindi l'influenza che la CEDU ed il diritto comunitario hanno esercitato sul nostro ordinamento, determinando una maggiore sensibilità della giurisprudenza di legittimità e costituzionale al problema e mettendo in mora il legislatore ad intervenire attraverso una normativa adeguata a garantire i diritti delle coppie omosessuali tramite forme di unioni civili o di relazioni stabili giuridicamente rilevanti. Il secondo e terzo capitolo sono poi interamente dedicati al commento della nuova legge, attraverso una puntuale analisi delle norme che regolano, da un lato, le unioni civili tra persone dello stesso sesso e, dall'altro, le convivenze di mero fatto. Nell'Appendice normativa sono riportati, infine, il testo integrale della nuova legge, il d.p.c.m. 23 luglio 2016, n. 144, il d.m. 28 luglio 2016 contenente le formule di rito per la costituzione dell'unione civile e la c.m. 28 luglio 2016, n. 15 contenente le disposizioni transitorie per la tenuta dei registri nell'archivio dello stato civile.
22,00

Unioni civili e convivenze. Guida commentata

editore: Maggioli Editore

pagine: 386

L'opera è una guida commentata alla L. 20 maggio 2016, n. 76, recante disciplina delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e delle convivenze; un'analisi organica, scorrevole ma ana- litica di ogni singolo comma, tenendo conto del prima, del dopo e delle ricadute pratiche. Restando fedeli all'impianto della legge, l'opera è articolata in due parti: - unioni tra persone dello stesso sesso: sono in commento i commi da 1 a 35 della legge; - convivenze di fatto: sono in commento i commi da 36 a 69, riguardanti le convivenze di fatto (sia per coppie omosessuali sia per coppie eterosessuali) e la regolamentazione dei contratti di convivenza attraverso i quali le parti possono disciplinare i rapporti patrimoniali. Della convivenza di fatto vengono regolati gli effetti (ad esempio il diritto di reciproca assistenza in caso di malattia, il diritto di abitazione in caso di morte del convivente e facoltà di succedere nel contratto di locazione e il diritto di partecipazione agli utili dell'impresa familiare) e le conseguenze dell'eventuale sua cessazione (obbligo di mantenimento o alimenti). L'opera risulta di sicuro interesse per gli operatori perché analizza, con l'autorevolezza degli autori e conservando semplicità di esposizione, gli istituti, le loro vicende e tutti gli effetti seguenti. Michele Angelo Lupoi, Avvocato del Foro di Bologna, si occupa di Diritto civile, Diritto di famiglia e controversie transnazionali.
39,00 35,10

Unioni civili e convivenze

di Valeria Cianciolo

editore: Maggioli Editore

pagine: 110

Il testo commenta la legge n. 76/2016 conosciuta come "legge Cirinnà". Le nuove regole su unioni civili e convivenze di fatto si applicheranno a partire dal 5 giugno 2016. Le persone dello stesso sesso attraverso una dichiarazione di fronte all'ufficiale di stato civile e in presenza di due testimoni possono validare il loro rapporto. L'ufficiale di stato civile compilerà un certificato con i dati delle parti, il regime patrimoniale scelto e la residenza. Da qui i partner possono essere riconosciuti come coniugi in tutti quei casi in cui si richiede la presenza della persona (malattia, ricovero, morte ecc.). Nella circostanza della morte, il superstite avrà diritto alla pensione di reversibilità, al Tfr dell'altro e anche all'eredità. Quando l'unione civile finisce è sufficiente che una delle parti comunichi all'ufficiale di stato civile la volontà di sciogliere l'unione. Dopo tre mesi si potrà chiedere il divorzio sia per via giudiziale che tramite la negoziazione assistita oppure siglare un accordo davanti all'ufficiale di stato civile. Questa legge si occupa anche della convivenza di fatto che può riguardare sia le coppie dello stesso sesso che le altre. La convivenza viene riconosciuta tramite una iscrizione all'anagrafe sottolineando che si tratta di "Convivenza per vincoli affettivi". I conviventi possono regolare i rapporti economici e patrimoniali mediante un apposito contratto.
18,00 16,20

Unioni civili e convivenze di fatto dopo la legge 20 maggio 2016, n, 76

di Giuseppina Vassallo

editore: Dike Giuridica Editrice

pagine: 133

Il testo offre al lettore una guida alle norme contenute nella nuova legge 20 maggio 2016, n.76, sulle unioni civili e sulle convivenze di fatto. Alla famiglia tradizionale fondata sul matrimonio, si affiancano le famiglie di fatto e le famiglie omosessuali, alle quali è stato riconosciuto il diritto di unirsi legalmente secondo uno schema che ricalca da vicino, ma non integralmente, quello matrimoniale. Il volume mette a confronto le norme applicabili all'unione omosessuale e quelle relative al matrimonio, sia per quanto riguarda la costituzione del vincolo, sia nella fase del suo scioglimento. Viene esaminato, inoltre, il "catalogo" dei diritti dei conviventi di fatto, attribuiti dal legislatore sulla base di un riconoscimento già effettuato dalla giurisprudenza. Infine, si illustrano i nuovi contratti di convivenza che possono essere stipulati dalle parti con modalità semplificate, e che sono poi trasmessi al Comune per le iscrizioni anagrafiche.
17,00

Divorzio breve, nuovo assegno divorzile, unioni civili e convivenze. Con formulario

di M. A. Lupoi

editore: Maggioli Editore

pagine: 306

Con costanti riferimenti giurisprudenziali e un utile formulario, il presente volume è un'analisi operativa degli aspetti sost
34,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.