SPEDIZIONE GRATUITA per ordini sopra i 50 €

 

SERVIZIO CLIENTI 0541.628764 Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

 

Dal 29 Luglio al 24 di Agosto le spedizioni potrebbero subire dei ritardi a causa della chiusura estiva

Cerca nel Sito

FIGLI, GENITORI, FAMIGLIA - ASPETTI GIURIDICI, PERSONALI E PATRIMONIALI

dopo la riforma della Filiazione + Software con Formulario
Dettagli

La delicata disciplina giuridica in materia di famiglia è stata nel tempo interessata da importanti riforme legislative che, spesso positivizzando la parallela evoluzione giurisprudenziale in materia, hanno inciso in maniera molto importante sull'assetto della famiglia in generale, sul rapporto tra genitori e figli e, infine, sul rapporto tra figli nati in costanza di matrimonio e figli nati fuori del matrimonio. Così, si è passati da una concezione patriarcale della famiglia, che considerava il padre, il “capo” titolare di tutti i diritti e di tutti i doveri, ad una in cui prevaleva la parificazione della posizione dei coniugi; si è passati da una concezione che considerava come unico modello di famiglia quella fondata sul matrimonio, ad una che invece considera rilevante, dal punto di vista oltre che morale e sociale, anche giuridico, anche la famiglia “di fatto”, cioè non fondata sul matrimonio. Per quanto riguarda il rapporto tra genitori e figli e al rapporto tra figli, si è tentato, fin dalla lontana riforma del 1975, di giungere alla parificazione tra figli nati fuori dal matrimonio e quelli nati in costanza di matrimonio, quelli cioè che, secondo la terminologia usata dalla disciplina giuridica previgente, erano rispettivamente individuati come “figli naturali” e “figli legittimi”, e di “responsabilizzare” i genitori per “il solo fatto della procreazione”. Da qui, anche la possibilità oggi di riconoscere i figli incestuosi, per garantire una tutela che non penalizzi il figlio per le scelte dei genitori. La Riforma della filiazione, introdotta dalla Legge delega n. 219/2012 e dal D.Lgs. di attuazione n. 154/2013, ha completamente stravolto la materia in esame. Tra le novità più importanti, occorre segnalare che sembra finalmente superata qualsiasi forma di discriminazione tra figli legittimi e figli naturali, ma è comunque fatto salvo l'uso delle denominazioni di “figli nati nel matrimonio” o “fuori del matrimonio”, in relazione a disposizioni ad essi specificamente relative, come ad esempio quelle in materia di riconoscimento che riguardano solo i secondi. Sono state poi introdotte altre importanti modifiche, come ad esempio l'unificazione della disciplina sui diritti e i doveri dei genitori nei confronti dei figli nati sia nel matrimonio che fuori del matrimonio; in materia di presunzione di paternità del marito, estesa rispetto ai figli comunque nati o concepiti durante il matrimonio e in materia di disconoscimento di paternità. Il presente Manuale tratta in particolare tutti gli aspetti sostanziali e procedurali (compresi quelli di volontaria giurisdizione) concernenti i rapporti tra genitori e figli e tra figli della stessa famiglia e si è anche tenuto conto di altre recenti modifiche, non ancora peraltro approvate in via definitiva, come quella sul cd. “divorzio breve” nonché dell'evoluzione giurisprudenziale in materia, come ad esempio la sentenza di aprile 2014 della Corte Costituzionale che ha dichiarato illegittimo il divieto di procreazione medicalmente assistita eterologa. Il Volume prevede, inoltre, un formulario, nel quale sono riportate alcune formule, molto utili per il professionista, che costituisce un completamento della parte teorica del testo. Le formule, in formato personalizzabile, sono infine utilizzabili con il Software allegato al Volume scaricabile tramite il QR-Code posto in calce al Volume.

Ulteriori informazioni
Pagine 670
Editore Simone
Autore Giuseppe Cassano, Carla Previti, a cura di
Anno Edizione 2014
Mese Edizione Giugno
ean 9788891403445
Spesso acquistati insieme

Back to top